Il campionamento delle acque sotterranee può essere necessario per:

  • fornire informazioni sullo stato di contaminazione delle falde acquifere in relazione alla qualità delle stesse immediatamente a monte, all’interno e a valle di un sito industriale.
  • valutare il livello di contaminazioni delle acque destinate al consumo umano.

Nel primo caso viene effettuato tramite l’analisi di campioni prelevati da piezometri posizionati a valle e a monte (rispetto al senso della falda) del sito in oggetto.  I parametri da campionare e i loro limiti sono inseriti all’interno della Tab. 4 dell’All. 5 alla parte 3 del D.Lgs. 152/06 (limiti di emissione per le acque reflue urbane ed industriali che recapitano sul suolo).

Il monitoraggio delle acque sotterranee è analogo a quello sulle acque superficiali, ed è mirato a valutare periodicamente sia gli aspetti qualitativi che quelli quantitativi delle acque circolanti nel sottosuolo.

Nel secondo caso la qualità delle acque destinate al consumo umano è regolamentata dal D.Lgs. n.31 del 02/02/2001 che ha come fine la protezione della salute umana dagli effetti negativi derivanti dalla contaminazione delle acque, garantendone la salubrità e la pulizia.

Il laboratorio SCA offre questi servizi, sia per la parte di campionamento che di analisi.